Pubblicato il Decreto Flussi Stagionale 2013

I datori di lavoro potranno presentare le domande via internet solo dalle ore 8.00 del giorno successivo alla pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale e fino alle ore 24.00 del 31 dicembre 2013. In attesa della pubblicazione, prevista per i prossimi giorni, si possono preparare e salvare le domande. Qui una guida illustrata con tutti i passaggi

Il decreto autorizza 30 mila ingressi da Albania, Algeria, Bosnia-Herzegovina, Croazia, Egitto, Repubblica delle Filippine, Gambia, Ghana, India, Kosovo, Repubblica ex Jugoslava di Macedonia, Marocco, Mauritius, Moldavia, Montenegro, Niger, Nigeria, Pakistan, Senegal, Serbia, Sri Lanka, Ucraina e Tunisia. Cinquemila i sono riservati ai lavoratori stagionali che sono già entrati in Italia per almeno due anni consecutivi e per i quali il datore di lavoro presenta richiesta di nulla osta pluriennale.

La circolare spiega che, indipendentemente dal Paese d’Origine, può venire in Italia chi è stato già qui lo scorso anno. Ricorda poi che per questi lavoratori, quando il datore è lo stesso, vale la regola del silenzio-assenso: la domanda è automaticamente accolta se, entro venti giorni dalla presentazione, non sono ancora arrivati i pareri di Questura e Direzione Territoriale del Lavoro.

Infine, quando il lavoratore arriverà in Italia e si presenterà con il datore allo Sportello Unico per l’Immigrazione a firmare il contratto di soggiorno, partirà automaticamente anche la comunicazione di assunzione. Una semplificazione nata anche per evitare che si facciano arrivare i lavoratori in Italia senza poi instaurare il rapporto di lavoro.