Qui donna Trevignano

Esistono alcuni studi e ricerche sociologiche che affrontano il tema delle “disuguaglianze digitali di genere”, indicando come, pur essendo  oggi nell’ era “2.0”, anche nei Paesi occidentali come l’Italia le donne vivono, tra le altre, anche la discriminazione del minore accesso alle tecnologie, e cioè al computer e ad internet.

Attraverso il lavoro di emersione delle necessità e valorizzazione delle competenze di ogni donna svolto presso il punto QUIDonna di Trevignano, servizio voluto dall’assessorato alle Pari Opportunità  e ai Servizi Sociali, è stato proprio questo un argomento sul quale un gruppo di donne ha lavorato con l’operatrice, arrivando a proporre alla cittadinanza un corso di alfabetizzazione informatica totalmente gratuito. Un lavoro interculturale, poiché il gruppo vede 3 nazionalità diverse al suo interno, e si rivolge a tutte le donne residenti a Trevignano, sia italiane che straniere. “Le donne vogliono imparare ad usare il computer per cercare lavoro, per accedere ai social network, per capire meglio i figli, per capire meglio il mondo che le circonda… per essere al passo con i tempi, com’è loro diritto. Spesso, però, ricevono messaggi svalutanti, anche da figli e mariti, a volte vedendosi negare l’accesso al pc di casa” spiega l’operatrice. “E’ invece importante supportarne la motivazione ed aiutarle così a colmare questo gap”.

Il corso ha avuto un grande successo fin dalla prima edizione del 2012, con la necessità di creare una lista d’attesa ad hoc per le edizioni successive, che contano ad oggi un totale di quattro corsi attivati, tutti totalmente gratuiti. Ogni corso è formato da 5 o 6 lezioni di un’ora e mezzo circa ciascuna, e include il servizio di babysitting ed un aiuto nel trasporto. Si ringrazia l’Istituto Comprensivo per aver concesso gentilmente l’uso delle aule attrezzate con i computer.

quidonnafoto