Area Pari Opportunità – Genere e Violenza

Obiettivi

L’area pari opportunità promuove servizi e progetti rivolti alle donne favorendo la tutela dei loro diritti e le loro peculiarità. Inoltre particolare attenzione è rivolta alla conciliazione dei tempi di vita e lavoro. La cooperativa partecipa al “Tavolo Rosa Intercomunale per le Pari Opportunità” dell’area montebellunese comunità di pratica e confronto sul tema delle pari opportunità che agisce per il miglioramento del welfare locale in un’ottica di genere

  • Sportello donna

Lo Sportello Donna è il contatto diretto tra le politiche di pari opportunità implementate in una comunità ed i cittadini beneficiari di tali politiche. Sono luoghi di promozione delle pari opportunità e di diritti per le donne e le loro peculiarità. Offrono informazioni, orientamento e accompagnamento ai servizi territoriali sociali, socio-sanitari e servizi inerenti al collocamento lavorativo. Offrono uno spazio di riflessione il quale diventa poi luogo di scoperta di bisogni nonché di scambio di risorse, competenze e saperi. Gli Sportelli collaborano con il Centro per l’Impiego per l’inserimento delle donne con specifiche caratteristiche in aziende o enti grazie a contratti di tirocinio finanziati dalla provincia. Gli sportelli identificano, accolgono, accompagnano situazioni di disagio e violenza. Oltre ad offrire un servizio di orientamento, accompagnamento all’inserimento lavorativo, consulenza legale e per la conciliazione vita-lavoro, l’operatività punta in particolare all’empowerment delle utenti attraverso la realizzazione di laboratori e attività collettive volontarie

 

Gli sportelli vengono finanziati parzialmente dai Comuni (Giavera del Montello, Trevignano, Valdobbiadene), e parzialmente sostenuti dalla Regione Veneto attraverso i fondi destinati alle Pari Opportunità.

Servizi offerti

  • legale: orientamento e raccordo con i servizi specialistici del territorio
  • occupazionale e di inserimento lavorativo (preparazione di Curriculum Vitae e domande di lavoro, supporto ed accompagnamento nella ricerca al lavoro, raccordo con i servizi del territorio che si occupano di incrocio tra domanda e offerta di lavoro, informazioni su opportunità di formazione professionale)
  • imprenditorialità femminile: informazioni, orientamento ed accompagnamento
  • culturale ed informativo: sollecitazione alla partecipazione attiva al mondo culturale e di volontariato locale, promozione e diffusione della cultura delle pari opportunità
  • psicologico e sanitario: informazioni e orientamento su condizione femminile, su diritti e problematiche familiari, organizzazione e funzioni dei servizi socio-sanitari, ascolto ed orientamento su problematiche di violenza.
  • conciliazione tempi familiari e di lavoro: orientamento sulla normativa vigente ed informazione sui servizi attivati a tale scopo.

Organizzazione delle attività

Apertura di 4 punti di ascolto ed orientamento: nel front-office si accolgono le donne e si dà risposta ai loro quesiti, nel back-office si effettua l’accompagnamento alla donna, le attività collaterali (cineforum, corsi di cucina a progettazione e realizzazione partecipata, serate di sensibilizzazione, gruppi di lavoro, ecc.), incontri di coordinamento con il Tavolo Rosa, il singolo Comune di riferimento e il Consultorio Familiare, ecc.

Sedi e orari

Comune di Volpago del Montello
Piazza Bottani
tel. 366 5750884
sportellodonna@comunevolpago.it
Lunedì 9.00 -12.00

Comune di Giavera del Montello
Piazza Arditi, 6 – 31040 (TV)
tel. 0422 775711
sportellodonna@comune.giavera.tv.it
Martedì: 16.00 -18.00
Venerdì: 10.30 -11.30

Comune di Trevignano
Informagiovani
Piazza Municipio, 4 – 31040 (TV)
tel. 0423 672820
sportellodonna@comune.trevignano.tv.it
Giovedì: 09.00 – 12.00

Comune di Valdobbiadene
Municipio
Piazza Marconi, 1 – 31049 (TV)
Ogni secondo e quarto lunedì del mese  9.30 – 11.30

 

  • Tempo permettendo

È un progetto finanziato dalla Regione Veneto ( Legge 53/2000 sulla conciliazione dei tempi di vita e lavoro) e consiste in una serie di azioni volte a stimolare la riflessione sul tema della conciliazione tempi familiari e di lavoro, oltre a fornire concreti servizi a supporto delle famiglie con figli piccoli. “Tempo” sta per “trovare energie migliori per operare”. Il progetto si concentra principalmente in favore dei neo genitori e vuole combattere le discriminazioni verso le donne. (Giavera del Montello, Volpago del Montello, Valdobbiadene)

Il progetto prevede una serie di azioni di sensibilizzazione e operatività a favore delle famiglie che necessitano di conciliare vita famigliare e lavoro.

Tra le azioni troviamo:

–          servizio di supporto ai neogenitori di figli da 0 a 6 mesi (ascolto, aiuto nelle commissioni domestiche, aiuto con i bimbi, orientamento per il rientro lavorativo, ecc.)

–          avvio del servizio pedibus

–          avvio di banche del tempo

–          predisposizione di parcheggi auto per neogenitori vicini ai servizi pubblici ed esercizi privati

–          modulistica online nei siti dei Comuni per neogenitori

–          tavoli di riflessione con aziende e scuole per implementare misure di conciliazione

 

  • Doti di mamma e papà

Nel mese di luglio 2013 è stato avviato un nuovo servizio denominato “Doti di Mamme e Papà” presso i Comuni di Giavera del Montello, Valdobbiadene e Volpago del Montello.

Il servizio, è offerto gratuitamente a tutti i neogenitori di bambini da 0 a 6 mesi dei Comuni indicati. Le famiglie potranno richiedere la presenza di educatori a domicilio per poter meglio conciliare le necessità quotidiane all’arrivo di un bebè; l’ascolto dei neogenitori e delle loro necessità per la conciliazione; una formazione sull’equa gestione del carico domestico in famiglia; Stalli famiglia per neogenitori in punti strategici locali.

Per conoscere tutti i dettagli vi invitiamo a scaricare il volantino DOTI di Mamma e Papà

Leggi l’articolo da “La Tribuna” pubblicato in data 7 settembre 2013 Articolo Tribuna

 

  •  Pedibus a Giavera del Montello

Grazie a questo servizio gli studenti possono raggiungere la scuola in modo sano, sicuro, ecologico e divertente.

Per informazioni relative al nuovo servizio:

Ufficio Scuola del Comune  0422775738
segreteria@comune.giavera.tv.it
Locandina del servizio: Pedibus Manifesto Giavera

 

Genere e Violenza

La cooperativa da anni mantiene il suo impegno sulle tematiche del genere e della violenza contro le donne, in primis con una funzione di consulenza e co-progettazione all’interno del Tavolo Rosa, (il tavolo di coordinamento intercomunale delle politiche di pari opportunità che oltre a Montebelluna comprende, Trevignano, Caerano di San Marco, Volpago del Montello, Giavera del Montello e Valdobbiadene). Dal 2003 Una Casa per l’Uomo ha dato vita ad un progetto di accoglienza di secondo livello di donne con bambini, il Progetto Casa Aurora attraverso il quale si prende cura di donne sole o madri di figli minori costrette ad affrontare situazioni di disagio sociale e spesso di violenza domestica grazie ad un’equipe di professionisti che accompagnano questo progetto e le oltre 60 donne e minori che vi sono state accolte. Nel 2010, dal gruppo di volontarie che già da alcuni anni supporta Casa Aurora, nasce l’Associazione di volontariato Ambra. Ambra costituisce una risorsa irrinunciabile per il progetto, al quale apporta risorse economiche, organizzative ed umane dedicate interamente alle donne accolte con i loro bambini. Una casa per l’uomo ha inoltre maturato una ricca esperienza per quanto attiene il mondo dell’ intercultura al femminile, rispetto al quale ha ideato e realizzato numerosi progetti riguardanti l’orientamento e il sostegno in gravidanza, le mutilazioni genitali femminili, il supporto educativo alle madri straniere, la creazione di spazi di socializzazione per donne straniere e l’attivazione di Focus Group.

Nel febbraio del 2014 “Casa Aurora” è stata riconosciuta dalla Regione Veneto come “Casa di secondo livello” per donne vittime di violenza.

Tavolo rosa

Il Tavolo rosa intercomunale per le Pari opportunità è una comunità di pratica e confronto sul tema delle pari opportunità che agisce per il miglioramento del welfare locale in un’ottica di genere/ un organismo tecnico-politico di promozione delle pari opportunità. Vi partecipano i comuni di Montebelluna, Giavera del Monntello, Volpago del Montello, Caerano di San Marco, Valdobbiadene e Trevignano.

 Tavolo violenza

Il Tavolo Violenza è un momento parallelo al Tavolo Rosa, allargato ad altri attori chiave che hanno contatto con il fenomeno e hanno partecipato alle formazioni sul tema fatte in questi anni per gli operatori. Oltre ai comuni afferenti al Tavolo Rosa, vi partecipano Carabinieri, Pronto Soccorso, Consultorio familiare, Medici di Base, Associazione Ambra,  Sportelli Donna Cooperativa Una Casa per l’Uomo, Cooperativa Il Sestante e altri enti interessati.

 

Servizi:

Attività realizzate

Alcuni dati ISTAT sulla violenza:

Link e numeri utili

Dichiarazione sull’eliminazione della violenza contro le donne  48/104 del 20 dicembre 1993.

Sito Pari opportunità Regione Veneto 
Divisione delle Nazioni Unite 
per il progresso delle donne 
N. Antiviolenza nazionale 1522